Coliche neonati: cause e rimedi

0
61

coliche dei neonati

Le coliche neonati sono un disturbo che colpisce tutti i lattanti nei primi mesi di vita, sono una patologia cronica e quasi inevitabile!  Come sono comparse, così andranno via intorno al 3°-5° mese di vita del bimbo. Intanto i genitori devono avere nervi saldi , poca ansia e tanta pazienza anche se il pianto del piccolo li fa star male .

Le crisi di pianto improvviso, incontrollabile e continuo, sono l’unico segnale che hanno i neonati per manifestare il proprio disagio e malessere. Le coliche compaiono prevalentemente dopo il pasto e la sera, perché legate all’apparato digerente e quando il neonato è più stanco.

Cause Coliche neonati

I motivi per i quali si soffre di coliche neonati sono tanti. Le cause più frequenti sono: una eccessiva formazione di gas nell’intestino oppure l’apparato digerente non essendo ancora completamente formato (non contiene tutti gli enzimi e i succhi gastrici indispensabili) pertanto la digestione delle proteine del latte è più lenta e incompleta, e può causare dolore.

Altre cause che possono causare coliche neonati disordini allergici legati al tipo di latte artificiale assunto o ai cibi mangiati dalla mamma che allatta.  In ogni situazione,  quando le coliche si presentano in un neonato, il pianto è lungo ed assillante, ed il bimbo è decisamente agitato, si muove senza trovare una posizione tirando su le gambe, inarcando la schiena e stringendo i pugni.

Che cosa fare in caso di coliche neonati

Innanzitutto , è importante che i genitori non perdano la pazienza, ma che rimangano calmi e sereni, anche se sentire il proprio figlio che piange costantemente li turba. La prima cosa da fare è rivolgersi al pediatra che, dopo aver visitato il bambino ed aver escluso altre cause, indicherà il rimedio adeguato.

Ci sono alcuni piccoli comportamenti da adottare che possono aiutare in caso di coliche neonati, senza ricorrere a medicinali anti-meteoritici, e riuscire ad alleviare i disturbi e ridurre le crisi di pianto del bebè:

  • Coccolare il neonato: Abbracciare il bambino e fargli sentire il contatto fisico, avvolgendolo con un lenzuolo o una coperta arrotolati intorno a lui: è un modo per ricostruire l’ambiente protetto e circoscritto dell’utero materno, che può dare conforto al piccolo.
  • Meno latte e più spesso: In alcuni casi dar da mangiare al bambino con più frequenza e diminuendo le quantità può aiutare a digerire meglio .  Dopo la poppata, con tetta o biberon è uguale, è importante fargli fare sempre il ruttino.
  • Massaggi:  Alcuni bambini hanno un gran sollievo se vengono massaggiati alla pancia; oppure muovendogli le gambe , stendere e piagare verso la pancia.
  • Tisane : Può essere d’aiuto fare bere al bambino bevande a base di erbe, come la camomilla, la liquirizia, il finocchio, la melissa che aiutano a calmare il dolore . Prima di somministrala al neonato meglio chiedere il parere del pediatra !
  • Fermenti lattici: Secondo numerose ricerche, l’assunzione di probiotici, aiuta a mantenere l’equilibrio naturale della flora batterica,che può alleviare o prevenire le coliche.

Generalmente le coliche nel neonato si presentano nelle prime due o tre settimane di vita e durano per circa due mesi; è molto importante per tutti i genitori allontanare ogni forma di stress per il piccolo bebè ed anche per se stessi . Anche un’ambiente sereno e tranquillo è fondamentale per la salute del neonato.

Articolo a cura di Universoalfemminile.it